TUTTI I COSTI DA CONSIDERARE QUANDO CHIEDI L’ ACCENSIONE MUTUO.

Immagine non disponibile

Per evitare imprevisti e spiacevoli sorprese è importante conoscere tutte le spese legate all'accensione di un mutuo. Dai costi di istruttoria a quelli di perizia, fino alle spese notariali, ecco un elenco di tutto ciò che devi tenere in conto prima di richiedere un finanziamento.

  • Spese istruttoria mutuo -  Si tratta della fase iniziale durante la quale la Banca fa tutti gli accertamenti necessari per scoprire se il mutuo può essere o meno concesso. Il costo oscilla tra i 150 e i 300 euro, o tra lo 0,1% e lo 0,5% dell'importo concesso

  • Mutuo spese perizia - Il perito nominato dalla Banca accerta il valore dell'immobile e la presenza di eventuali anomalie o abusi edilizie. Le spese vanno da 100 a 300 euro.

  • Mutuo spese notarili - Sono spese che possono variare a seconda del tipo di atto, dell'importo dell'ipoteca e dell'ente erogante. Comprendono l'onorario del notaio e le spese dovute allo Stato per l'attività contrattuale.

  • Imposta sostitutiva mutuo -  E' l'imposta che sostituisce l'imposta di registro, ipotecaria, catastale e bollo ed è pari allo 0,25% dell'imposta erogata se a concedere il mutuo è una banca o una finanziaria parificata e si acquista un immobile ad uso abitativo per il quale si può usufruire delle agevolazioni prima casa. Se non si tratta della prima casa e relative pertinenze l'aliquota è del 2% sul valore complessivo dei finanziamenti.

  • Costi assicurazione mutuo casa - Sul mutuo è obbligatorio l'accensione di un'assicurazione incendio il cui costo totale dipende dal valore dell'immobile e dall'importo e dalla durata del mutuo. Alcuni istituti di credito possono richiedere di sottoscrivere un’assicurazione sulla vita.

  • Estinzione anticipata mutuo - Secondo la legge 40/2007 non è prevista nessuna penale per l'estensione anticipata o parziale di mutui stipulati dal 2 febbraio 2007 in poi da persone fisiche per l'acquisto o la ristrutturazione di unità immobiliari adibite ad abitazione o allo svolgimento della propria attività economica o professionale. Per i mutui stipulati prima del 2 Febbraio 2007, l’ABI e le Associazioni dei consumatori hanno concordato delle penali ridotte.